1 Comment

Caro Matteo

nel mio caso l’ostacolo per diventare cittadina italiana è stato quello di un ritardo nella registrazione anagrafica, cosicché pur essendo nata in Italia ho dovuto richiederla sulla base di dieci anni di residenza.

Per altri la barriera era rappresentata da colloqui informativi altamente discrezionali durante i quali potevano venire poste domande del tipo oppure “cos’è il rendiconto finanziario dello stato?”. Grazie alla pressione di associazioni e circoli come Thomas Sankarà, questi ostacoli sono stati rimossi.

Ora però il tuo Governo ha deciso di inserirne uno nuovo: l’aumento della tassa per presentare la domanda di naturalizzazione, balzata da 200 a 300 euro. E questo dopo che tu ci avevi assicurato che le tasse non sarebbero aumentate. Ma forse ti riferivi ai soli cittadini italiani.

Comunque, caro Matteo, facciamo un patto: noi accettiamo anche questo ulteriore balzello ma tu fai rispettare in modo rigoroso i tempi previsti dalla legge per la conclusione dei procedimenti (due anni) e prevedi un rimborso di 10 euro per ogni giorno di ritardo.

Così questo aumento, con i tempi attuali delle risposte, rappresenterebbe per i richiedenti comunque un affare sia nel caso di rispetto dei tempi, sia nei frequentissimi casi in cui l’attesa supera i 4 anni.

Barbara Ababio

Circolo Thomas Sankara

Pordenone

Commenti (1)

  • Carissima Barbara

    Io al contrario di te ho scelto come mia nazione uno stato africano , e sono un cittadino italiano
    Se tu parlassi con i tuoi genitori i racconterebbero di come sia per uno straniero impossibile dientare cittadino di una nazione qualsiasi dell’Africa.
    Tutto a meno che non si paghi e non certo 300 euro.
    Ora vorrei focalizzare la tua attenzione su un punto fondamentale, candidarsi sindaco significa prendersi carico dei problemi dei cittadini , cioe i coloro che nel rispetto delle vigenti normative , giuste o sbagliate che siano , risiedono in modo regolare e conforme alla legge nel come che tu amministri.
    Quindi se le tue aspirazioni mirano alla lotta per i diritti dei cittadini in attesa di naturalizzazione , o altro ti consiglierei una carriera poliica che ti metta nelle condizioni di usare il tuo intelletto per quel fine.
    Trovo peraltro poco decoroso il ricorso ai problemi dei tuoi fratelli e sorelle per avere visibilita e consenso , indecoroso e figlio di una politica che la nazione Italia non vuole piu.

    Ti ringrazio e ti e mi auguro che tu comprenda cio che ho scritto e lo interpreti produttivamente
    Gianluca

Lascia un commento